Lugano 30.10.2017
Articolo di Bergomi

Ecco i primi passi per diventare una “Smart Factory”

La competitività dell’impresa richiede approcci e strumenti specifici per la continua massimizzazione dell’efficienza dei processi aziendali.

L’applicazione del metodo World Class Manufacturing (WCM) nelle grandi industrie dell’automotive, con l’obiettivo di innalzare i livelli di performance e diminuire i costi, ha posto in particolare evidenza l’importanza delle nuove procedure di manutenzione preventiva e predittiva (CMMS).

Il software CMMS (Computerized Maintenance Management System) consente di gestire la manutenzione degli impianti e delle attrezzature proponendo gli interventi di revisione, sostituzione o riparazione prima che si manifestino irregolarità di funzionamento.

L’azienda deve passare da procedure di tipo “reattivo” (si reagisce quando si verifica un problema) a procedure di tipo “preventivo” (si utilizzano dati ed esperienze per prevenire il ripetersi di problemi già verificatisi), per poi giungere ove possibile a sistemi di tipo “predittivo”, in cui, con appositi algoritmi, si analizzano in tempo reale le situazioni per prevedere il sorgere di un problema, e si pianificano di conseguenza le azioni più appropriate per prevenirlo

Per fare “predizione” è indispensabile raccogliere i dati direttamente dai plant produttivi, e l’introduzione di ERP sempre più integrati con gli impianti di produzione, che dialogano cioè con macchine e operatori attraverso apposite interfacce e schede elettroniche, rappresentano inevitabilmente un primo passo non solo per il WCM ma anche verso la realizzazione di una “Smart Factory”,

 

Il modulo CMMS deve infatti essere predisposto per raccogliere diverse tipologie di dati e il suo compito principale consiste nel fatto che, al superamento dei limiti previsti, o sulla base di una previsione che indica il momento in cui questi limiti saranno verosimilmente superati, il sistema propone o emette un ODM (Ordine Di Manutenzione).

L’inserimento automatico degli ODM all’interno del processo MRP 1 assicura il corretto approvvigionamento e la relativa gestione dei magazzini ricambi e dei materiali di consumo necessari alla manutenzione.

Gli ODM possono poi confluire all’interno del piano di schedulazione (FCS) insieme ai normali ordini di produzione in quanto impegnano le medesime risorse (linee di produzione e/o attrezzi in manutenzione) ed è quindi possibile visualizzare il calendario delle manutenzioni non solo in un apposito report ma anche all’interno del diagramma di Gantt, con possibilità di modifica interattiva drag & drop.

La piena integrazione nell’ERP consente infine una corretta consuntivazione finale delle attività di manutenzione, differenziandole anche per tipologia (ordinaria, straordinaria, …), e con il dettaglio di materiali, manodopera interna ed esterna.

A tutte le attività di manutenzione può inoltre essere collegato il sistema dei controlli di qualità, che, con le stesse metodologie già applicate per i controlli sui processi produttivi, verifica che anche le attività manutentive siano eseguite secondo i criteri e i livelli di conformità richiesti.

 

Le ulteriori 8 funzionalità che devono essere integrate in un sistema informatico di gestione aziendale (ERP) indispensabili per realizzare un’azienda “Smart Factory” e raggiungere gli obiettivi WCM sono:

 

  1. Il DIALOGO interattivo in tempo reale tra uffici tecnici e clienti grazie alle funzioni diPLM (Product Lifecycle Management) e PDM (Product Data Management)

 

  1. La SINCRONIZZAZIONE con le RICHIESTE dei clienti con MPS (Master production Schedule),
  2. La PIANIFICAZIONE degli ORDINI (MRP-1 Material Requirement Planning) per calcolare non solo quali merci sono da acquistare o produrre, ma anche per quali scadenze,

 

  1. La SCHEDULAZIONE dei LAVORI con pianificazione delle risorse (MRP-2 Manufacturing Resource Planning) per prevedere le reali capacità produttive dell’azienda o di terzisti strategici, tenendo quindi conto di macchine, impianti, calendari, priorità e delle relazioni che esistono tra fasi di lavorazione, celle di produzione e reparti.

 

  1. La gestione della PRODUZIONE e il MES (Manufacturing Execution System) per gestire in tempo reale tutte le fasi della produzione operativa (tempi e avanzamento), sia in azienda che presso fornitori esterni
  2. Sistema di “logistica avanzata wireless” e dei flussi di materiali WMS, error-free basato sulriconoscimento e lamovimentazione delle merci mediante lettura dei bar-code

 

  1. Sistema di QUALITA’, TRACCIABILITA’ e RINTRACCIABILITA’integrato in tutti i processi aziendali e predisposto per gestire vari metodi e procedure
  2. PORTALI WEB (marketing, assistenza, agenti, fornitori) per dialogare in tempo reale con il mondo esterno, in particolare con la propria filiera produttiva e commerciale

 

A cura di Claudio Venditti, Centro Software

 

Seguici su Facebook

Iscriviti alla newsletter

newsletter

Gli ultimi articoli

Articoli correlati

SECURITY LAB SAGL IN TELEVISIONE PER PARLARE DI DEEP WEB: OCCASIONE RARA E BEN SFRUTTATA

Lugano 09.11.2017
TeleTicino ha invitato Maurizio Siracusa a parlare di deep web: cos’è, come funziona, perché non dobbiamo averne paura, ma consapevolezza

Un prisma per costruire la perfetta Brand Identity

Lugano 30.10.2017
La Brand Identity è l'insieme degli elementi grafici e comunicativi che determinano la percezione e la reputazione da parte del suo pubblico.

Ragazze e informatica-Avanti!

Lugano 24.10.2017
E’ arrivato il momento di cambiare approccio perché il FUTURO è NUOVO e INNOVATIVO.

KASPERSKY GOLD PARTNER

Manno 20.10.2017
MTF INFO CENTRO È KASPERSKY LAB GOLD PARTNER UNICO IN TICINO

NIMBLE STORAGE

Manno 20.10.2017
MTF INFO CENTRO È AUTHORIZED RESELLER DI NIMBLE STORAGE

Open Day About-X

Gravesano 19.10.2017
“Non essere al passo con i tempi vuol dire non avere una forza lavoro capace di utilizzare la rete

I nostri Sponsor

Copyright 2017 - Website by SNDS
Per offrirti una migliore esperienza questo sito utilizza cookie di profilazione.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più e modificare le tue preferenze consulta la nostra cookie policy       Autorizzo