Manifestazioni ed eventi

Informatica nel futuro, sfide e prospettive - evento scientifico per i 40 anni di ated

07-10-2011 - 00-00-0000 14:0
SUPSI - Sala Primavera

Relatori

Prof. Marino Widmer ha concluso il suo dottorato presso il Politecnico di Losanna nel 1990 ed è professore ordinario presso la Facoltà di Economia e Scienze Sociali dell??Università di Friburgo, nella quale è stato decano fino ad agosto di quest??anno. Insegna al bachelor e al master temi legati all??ottimizazione e alla simulazione e ha svolto attività didattiche anche presso le università di Ginevra, Losanna, Neuchâtel e EPFL.
Gli interessi di ricerca sono legati allo sviluppo di applicazioni e modelli di ricerca operativa per le industrie e i servizi. Le sue pubblicazioni appaiono su prestigiose riviste quali European Journal of Operational Research (EJOR) e Journal of Decision Systems et Annals of Operations Research. Nel 2005, l??articolo scritto con Alain Hertz ""A new heuristic method for the flow shop sequencing problem"", pubblicato nel 1989, è stato considerato tra i 30 articoli più influenti pubblicati da EJOR dalla sua creazione. In aggiunta ha contribuito all??edizione di 6 numeri speciali di Discrete Applied Mathematics et di 3 numeri speciali di de EJOR. Grazie alla collaborazione con i suoi studenti e dottorandi il Prof. Marino Widmer intrattiene intense collaborazioni con aziende esterne.

Carlo Ghezzi è Professore Ordinario di Ingegneria del Software al Politecnico di Milano. E' stato delegato alla ricerca del Rettore, membro del Senato Accademico e del Consiglio di Amministrazione del Politecnico di Milano, Direttore del Dipartimento di Elettronica e Informazione, coordinatore del dottorato di ricerca e presidente di consiglio di corso di laurea in Ingegneria Informatica. Ha svolto periodi di ricerca all??estero. ? Fellow dell??ACM, Fellow dell??IEEE, membro dall'Accademia delle Scienze (Istituto lombardo). Ha ricevuto di Distinguished Service Award di SIGSOFT-ACM.  ed è stato membro di numerosi comitati governativi e rappresentante Italiano nel IV programma quadro dell??UE. Ha fatto parte di comitati di valutazione di istituzioni di ricerca internazionali.
? regolarmente membro dei comitati di programma delle più importanti conferenze del settore scientifico dell'ingegneria del software ed è Associate Editor di IEEE Transactions on Software Engineering, Communications of the ACM, Computing (Springer), Science of Computer Programming (Elsevier),  Service Oriented Computing and Applications (Springer) e di Software Process Improvement and Practice (J. Wiley and Sons).
Nell??attività di ricerca, si è occupato di diversi aspetti dell??ingegneria del software e dei linguaggi di programmazione. Attualmente svolge ricerca sullo sviluppo di architetture software evolutive e distribuite per applicazioni ubiquite e pervasive. ? autore di oltre 180 articoli scientifici e di 8 libri. ? stato coordinatore di diversi progetti, finanziati sia a livello nazionale che da parte dell'Unione Europea. Ha recentemente ricevuto un Advanced Grant dall'ERC (European Research Council).

Bixio Rimoldi ha ottenuto il Dipl. El. Ing. e il Dr. Sc. presso il Politecnico  Federale di Zurigo (ETHZ). Dal 1997 è professore ordinario presso il dipartimento di Informatica e Telecomunicazioni del Politecnico Federale di Losanna (EPFL) dove dirige  il Laboratorio delle  Telecomunicazioni Mobili. Prima di entrare a far parte del EPFL, è stato professore associato presso il dipartimento di ingegneria elettronica della Washington University, USA.
Nel 2000 è stato nominato IEEE Fellow.  Dal 2002 al 2007 è stato membro del consiglio direttivo dell IEEE Information Theory Society, ricoprendo diversi ruoli tra cui quello di presidente. ? stato copresidente delle conferenze scientifiche internazionali: ??IEEE Information Theory Workshop on Information Theory, Multiple Access, And Queueing? tenuta a St Louis, MO, nel 1995 e ??IEEE International Symposium in Information Theory? tenuta a Losanna nel 2002.
Bixio Rimoldi è membro del comitato editoriale del periodico scientifico ""Foundations and Trends on Communications and Information Theory,"" ed è stato editore del periodico scientifico European Transactions on Telecommunications. Durante il 2005 e il 2006 è stato direttore del ??Bachelor Program? in sistemi di telecomunicazioni del EPFL.
I suoi interessi scientifici comprendono diversi aspetti delle telecomunicazioni digitali, della teoria dell??informazione e delle telecomunicazioni mobili.

Prof. Dario Floreano è il direttore del laboratorio di Sistemi Intelligenti presso il Politecnico Federale di Losanna e direttore del Centro Nazionale Svizzero di Competenza (NCCR) in Robotica. Le sue attività di ricerca sono concentrate sulla convergenza tra biologia, intelligenza artificiale e robotica. Ha pubblicato tre libri sui temi della robotica evolutiva, dell??intelligenza artificiale bio-inspirata, e dei robot volanti con MIT press e Springer Verlang. 1988 M.A. Università di Trieste; 1991 M.S. Università di Stirling; 1995 PhD Università di Trieste; 1998, Sony Computer Science Laboratories; dal 2000 professore all??EPFL; 2001 co-fondatore della International Society of Artificial Life; 2003-2008 Board della International Society of Neural Networks; 2009 co-foundatore di senseFly Ltd.; 2009 Advisory Board della  Future Emerging Technologies della Comunità Europea.

"

Sulla foto, da sinistra: Prof. Dario Floreano, Luca Maria Gambardella (SUPSI-ated), Andrea Demarchi (Presidente ated), Prof. Bixio Rimoldi, Prof. Marino Widmer, Prof. Luciano Baresi

ated - ICT Ticino festeggia i sui quarant??anni con una manifestazione che guarda al futuro.
 
Abbiamo invitato quattro prestigiosi professori universitari che ci raccontano, in italiano, le sfide e le prospettive per alcune delle tematiche di punta nel settore dell??informatica.

 Il primo intervento è del Prof. Marino Widmer, già decano della facoltà Economia e Scienze Sociali dell??Università di Friburgo che ha consolidata esperienza nel settore della risoluzione di problemi complessi nell??industria e nell??accademia. Affronta il tema partendo dall??aumento della potenza di calcolo e dalle recenti scoperte nel settore degli algoritmi avanzati. Questi progressi ci permettono di trovare delle soluzioni soddisfacenti nei tempi richiesti dalle aziende? Ad esempio, possiamo cambiare dinamicamente la nostra produzione industriale o ripianificare rapidamente gli orari dei treni o degli aerei minimizzando i disagi per gli utenti e soddisfacendo le aspettative di guadagno degli operatori? Possiamo calcolare soluzioni che siano robuste a piccole variazioni dei dati di ingresso o dobbiamo partire ogni volta da zero?.
 
L??intervento successivo è del Prof. Carlo Ghezzi, Professore di Ingegneria del Software al Politecnico di Milano che affronta il problema del futuro dello sviluppo software per i sistemi pervasivi, quali sensori, palmari, telefoni cellulari, etichette RFID che pongono problemi di gestione, problemi di privacy e di estrazione intelligente di conoscenza sintetica dai dati a disposizione. La discussione si incentra sul passaggio da un approccio allo sviluppo per ambiente chiuso, secondo un modello statico, allo sviluppo per ambiente aperto vero e proprio che richiede la definizione di piattaforme che si auto-modificano, per adattarsi a requisiti che cambiano molto velocemente.
 
Il terzo relatore è il Prof. Bixio Rimoldi, direttore del Laboratorio di Telecomunicazioni Mobili presso il Politecnico di Losanna che sta lavorando a come migliorare gli aspetti legati alla comunicazione tra computer e tra computer e umani, utilizzando meccanismi di feedback. Ci racconta come combinare la teoria dell??informazione alla microeconomia per migliorare il rapporto tra gli utenti e le risorse che gli vengono messe a disposizione siano esse potenza di calcolo o larghezza di banda.

Da ultimo, ma non per importanza sentiamo l??intervento del Prof. Dario Floreano, direttore del Laboratorio di Sistemi Intelligenti del Politecnico di Losanna e responsabile del nuovo Centro Nazionale Svizzero di Competenza (NCCR) in Robotica. Il Prof. Dario Floreano è specialista in robot volanti e prende spunto da modelli biologici per la loro realizzazione. Ci racconta, anche con l??ausilio di video e di immagini, come i robot volanti entreranno nelle nostre case e nelle nostre aziende. Questi robot saranno dotati di intelligenza? Fino a che punto saranno in grado di imparare e di adattarsi a situazioni impreviste?

Il pomeriggio è dedicato a tutti coloro che sono interessati a capire le sfide future dell??informatica e le principali tendenze nel settore. Seguirà il consueto rinfresco al quale parteciperanno anche i professori coni quali avrete la possibilità di colloquiare e scambiare opinioni.

"

Programma

14:15-14:30 Registrazione

14:30-14:40 Saluti e introduzione 

14:40-15:20 Problemi complessi: come trovare una
                   soluzione soddisfacente? 
                   Marino Widmer 
                   Prof. Ordinario UNI Friburgo,

15:20-16:00  Le sfide del software per sistemi pervasivi 
                    Carlo Ghezzi
                    Prof. Ordinario Politecnico Milano

16:00-16:30 Pausa 

16:30-17:10 Teoria dell'informazione ... senza teoria 
                   Bixio Rimoldi
                   Prof. Ordinario EPFL, Politecnico di Losanna

17:10-17:50 Robot volanti: dalla biologia all'ingegneria 
                   Dario Floreano,
                   Prof. Ordinario EPFL, Politecnico di Losanna

17.50 Rinfresco / aperitivo 

Iscrizione

Quota di partecipazione:

Soci: gratuita

Non soci: CHF 60.00 

Iscrizioni:

Sul sito.

Download

Eventi correlati

ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA 2018

Hotel De La Paix, 22/03/2018, A pagamento
Insieme per condividere la serata dedicata ai soci

10 anni di Security Lab 2.0

06/12/2017, Free
Aperi-cena

Bitcoin e le nuove CryptoValute: i fondamenti tecnici del loro funzionamento

Università della Svizzera italiana - Aula A11, 20/09/2017, A pagamento

I nostri Sponsor

Copyright 2017 - Website by SNDS
Per offrirti una migliore esperienza questo sito utilizza cookie di profilazione.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più e modificare le tue preferenze consulta la nostra cookie policy       Autorizzo