Manifestazioni ed eventi

Web 3.0, il potenziale del web semantico e dei dati strutturati

Come Wikimedia sta organizzando l'enorme massa di dati dei suoi progetti attraverso Wikidata
 

"People keep asking what Web 3.0 is. I think maybe when you've got an overlay of scalable vector graphics – everything rippling and folding and looking misty – on Web 2.0 and access to a semantic Web integrated across a huge space of data, you'll have access to an unbelievable data resource…" - Tim Berners-Lee, 2006


Il web semantico viene considerato come la prossima evoluzione del web e a confermare ciò c'è uno dei suoi maggiori fautori: il padre del web. Wikimedia Foundation ha abbracciato da tempo questo approccio e ha inaugurato da tempo uno dei suoi ultimi progetti: Wikidata, che ha come ambizione non solo quello di essere la base per tutti i contenuti dei progetti Wikimedia (tra cui Wikipedia) ma anche di essere un hub di dati disponibile a tutti (quindi libero e aperto) ma soprattutto "editabile". La grossa rivoluzione alla visione di Tim Berners Lee è proprio nell'approccio "collaborativo" che potrebbe generare sui dati la stessa rivoluzione che Wikipedia ha generato sui contenuti.
Saranno presentati anche dei casi di studio di progetti recenti, anche a scopo commerciale, che utilizzano Wikidata e le prospettive future di questo progetto.

Gallery dell'evento

Programma

Introduzione

  • Apertura: Cristina Giotto (5 minuti)
  • 15 anni di Wikipedia: Ilario Valdelli (5 minuti)


Parte centrale

  • Semantic web attraverso il progetto Brick: Lorenzo Sommaruga, docente SUPSI (10 minuti)
  • Wikidata: Ilario Valdelli (10 minuti)
  • Progetto Strephit: Marco Fossati, ricercatore della Fondazione Bruno Kessler (15 minuti)
  • Progetto Semasia: Daniele Christen, docente di italiano in Canton Ticino 


Chiusura

  • Video su Automated Insight: 5 minuti
  • Presentazione Wikimania Esino Lario e di Wikimedia Hackathon: Iolanda Pensa 10 minuti


Eventuali

  • Domande

Al termine è previsto un aperitivo di networking

Relatori

Progetto Brick: Il progetto Brick (http://data.supsi.ch/) è un'implementazione che mostra come funzionano i linked data in un caso concreto legato ai progetti e ai dati del personale SUPSI. Il progetto ha diverse modalità di consultazione e funziona come aggregatore di dati provenienti da fonti diverse e standardizzati secondo le specifiche legati al web semantico e ai linked data.
Lorenzo Sommaruga è docente presso SUPSI, fa parte del team del dipartimento di tecnologie innovative ed è direttore del Master of Advanced Studies SUPSI in Mobile Internet Applications. È punto di riferimento per il semantic web ed è a capo del Laboratorio di Sistemi Semantici e Multimediali sempre presso SUPSI.

 

Wikidata: Wikidata è un progetto di Wikimedia Foundation che aspira ad essere il maggiore hub sul web che accoglie open data da fonti esterne e offre open data a fonti esterne. Al momento la più grande sfida di Wikidata è quella di essere la maggiore fonte di informazione per l'enciclopedia con maggiore numero di articoli: Wikipedia.
Ilario Valdelli è informatico e digital humanist, collabora con Wikimedia Svizzera dal 2006, fa parte della comunità tecnica di Wikimedia Foundation e segue i progetti tecnici, culturali ed educativi per la Svizzera in lingua italiana.


Strephit: Progetto finanziato da Wikimedia Foundation, StrepHit è un sistema automatizzato in Natural Language Processing (NLP) in grado di comprendere il linguaggio umano, interpretare testi ed estrarre dati. Il progetto è mirato integrare questo sistema con Wikidata, un hub aperto e accessibile di dati strutturati, al fine di migliorare la qualità dei dati suggerendo riferimenti per convalidare le dichiarazioni, e aiuterà Wikidata a diventare un punto di riferimento nel panorama degli Open Data.

Marco Fossati è un ricercatore con un doppio background in linguaggi naturali e tecnologie dell'informazione. Lavora presso il centro di ricerca Data e Knowledge Management (DKM) della Fondazione Bruno Kessler di Trento. È membro del direttivo dell'Associazione italiana di DBpedia. Ha competenze interdisciplinari sia in linguistica sia in programmazione.


Semasia: Semasia è un sistema di analisi automatica di testi che può essere impiegato per estrarre le informazioni salienti da un documento e classificarlo in base alle sue caratteristiche e ai suoi contenuti (Document tagging) e per un successivo reperimento di documenti o informazioni in un archivio (Data management e Information Retrieval). SEMASIA usa le informazioni provenienti da Wikipedia e Wikidata per l'identificazione dei referenti di nomi propri (Named Entity Recognition). La presentazione metterà a fuoco il cruciale problema delle ambiguità (quando una parola, un nome proprio o un costrutto possono assumere diversi significati) e illustrerà le principali strategie impiegate dal sistema per risolverle.


Daniele Christen, dopo la laurea in letteratura all'Università della Sorbona a Parigi nel 1981, ha insegnato nelle scuole medie superiori del Cantone Ticino e alla Scuola svizzera di Roma. Attualmente è docente di italiano al Liceo di Lugano-2. Si occupa di linguistica computazionale (Natural Language Processing) come ricercatore indipendente e ha progettato e implementato diversi modelli di analizzatori sintattici (parser). Nel 2011 il parser sviluppato in collaborazione con la società Parsit di Torino ha raggiunto il miglior punteggio alla Evalita Dependency Parsing Task. Le sue tecnologie di analisi del linguaggio sono alla base dei progetti LILIT (Lessico informatizzato della letteratura italiana), SELENE (un dizionario on-line provvisto di rete semantica) e SEMASIA (www.lector.ch).


Wikimania Esino Lario: Wikimania è il raduno mondiale annuale della comunità di wikipediani e nel giugno 2016 si terrà a Esino Lario, sul Lago di Como. Riuscirà un villaggio alpno di 750 abitanti a ospitare altrettanti wikipediani?
Iolanda Pensa è ricercatrice in SUPSI, ha collaborato su diversi progetti internazionali di cui è stata anche direttore scientifico, ed è project manager di Wikimania Esino Lario.

Iscrizione

Gratuita Soci ATED

CHF 50.00 Non soci 

CHF 25.00 ASSOCIAZIONI CONDIVISE

Per i NON SOCI il  versamento della quota vale quale conferma di pagamento.

Il pagamento è da effettuare presso la 

Banca Raiffeisen del Camoghè
Piazza Grande 99
6512 Giubiasco
IBAN CH75 8034 4000 0032 3604 9
SWINFT: RAIFCH22XXX
Clearing 80344
SIC 803445
 

Iscrizione obbligatoria dal sito entro lunedì 18 gennaio 2016


 

Eventi correlati

Bitcoin e le nuove CryptoValute: i fondamenti tecnici del loro funzionamento

Università della Svizzera italiana - Aula A11, 20/09/2017, A pagamento

Visita a Google Zurigo

Google Switzerland GmbH, 15/09/2017, A pagamento

La governance in Ticino: lo stato dell'arte con itSMF

Hotel La Tureta, 12/09/2017, A pagamento

I nostri Sponsor

Copyright 2017 - Website by SNDS
Per offrirti una migliore esperienza questo sito utilizza cookie di profilazione.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più e modificare le tue preferenze consulta la nostra cookie policy       Autorizzo