100% Homeworking
Lugano 07.04.2021
Articolo di ated-ICT Ticino

Droni per le perizie immobiliari

Un progetto in collaborazione con SUPSI e Innosuisse prevede l’utilizzo di droni per effettuare sopralluoghi immobiliari

L’articolo è apparso sul nostro Blog ospitato su TIO

I droni entrano anche nel mondo delle perizie immobiliari con un progetto nato e sviluppato in Ticino.  Si tratta del Real Estate Advisory Drone! (RE_ADV), che vede QBT collaborare con SUPSI e Science Adventure, ma anche Innosuisse e RinaPrime Value Services. 

In sintesi, il progetto si basa sullo sviluppo di un drone a volo autonomo e relativo software di riconoscimento basato su Intelligenza Artificiale. Una soluzione unica nel suo genere, in grado si svolgere le perizie immobiliari e i sopralluoghi all’interno degli edifici. Questo perchè proprio la tecnologia posta dentro il drone consente di effettuare in modo automatico l’analisi dei video e determinare il valore economico dell’immobile. 

Per capire bene come funziona questo progetto abbiamo intervistato Alessandro Barazzetti, Direttore R&D in QBTun vero gioiello fra le aziende Fintech Ticinesi, a cui abbiamo posto qualche domanda nel merito dell’iniziativa.

 

Signor Barazzetti ci spiega il progetto basato sull’utilizzo dei droni che state sviluppando?

La nostra idea consiste nello sviluppo di un drone a guida autonoma, utilizzato per effettuare i sopralluoghi all'interno di edifici per le perizie immobiliari. Tecnicamente, una volta assemblato il drone sarà spedito direttamente a casa per posta. Il proprietario dell’immobile dovrà solo aprire la scatola e poi il drone farà tutto da solo! Si alzerà in volo ed effettuerà la registrazione di tutti gli ambienti attraverso una telecamera montata sul drone. Quindi, un software di intelligenza artificiale effettuerà le analisi del video e fornirà ai nostri analisti e periti tutti i dati per definire il valore dell'immobile.

 

Parliamo, quindi, di un brevetto che è stato reso possibile grazie alla collaborazione virtuosa di QBT e ScienceAdventure con SUPSI, Innosuisse e RinaPrime Value Services. Come è nata l’idea di coinvolgere questi attori del territorio ticinese?

Questo progetto si inquadra come un’evoluzione del nostro software gestionale per le valutazioni immobiliari. Si tratta di una piattaforma proprietaria su cui ogni giorno vengono caricate circa 400 perizie per altrettanti mutui erogati. Visto il flusso di attività e il periodo pandemico, che ha fortemente limitato le visite di persona, ci siamo resi conto che utilizzare un drone poteva essere un’ottima soluzione. E infatti, si può eliminare il sopralluogo fisico con risparmio di tempo e costi, anche perché il perito può comodamente rimanere in ufficio, ricevere i dati, determinare il valore dell'immobile, svolgendo, peraltro, molte più valutazioni non avendo più il sopralluogo fisico da effettuare. Naturalmente sia il Dipartimento tecnologie innovative della SUPSI sia Innosuisse, che ci ha offerto un grant per sviluppare l’idea, hanno subito abbracciato il nostro progetto, avviando la collaborazione con il team del Prof. Tiziano Leidi, Direttore dell’Istituto sistemi informativi e networking.

 

Ma QBT da quanto tempo è attiva in questo specifico mercato e che numeri registra?

QBT è un’azienda che opera nel settore della scienza e della tecnologia applicata. Il nome è l'acronimo di Quantum Bit Technology, ovvero l’implementazione di software a partire dal “quanto di informazione”, l’unità di misura dell’informazione codificata. Come attività principale realizziamo algoritmi di calcolo e sviluppiamo software, utilizzando ove necessario hardware dedicato. Operiamo in tre aree di business, dalle Financial solutions, specialmente per il mercato NPL e Real Estate; Artificial Intelligence attraverso sistemi di Natural Language Processing e Machine Learning applicati al mercato Finance, Legal e HR; infine, lo Sviluppo software come supporto alle due precedenti aree e in settori non captive quali Health&Care e Aerospace attraverso lo spin off Science Adventure. 

Quello che in pochi sanno è che QBT fornisce il software a 3 importanti attori italiani che coprono il 30% del mercato delle valutazioni immobiliari italiane (equivalente, quindi, al 30% dei mutui). È un aspetto che raccontiamo poco, ma di fatto il Canton Ticino gestisce la tecnologia che perizia il 30% degli immobili venduti in Italia.

 

***

  

Seguici su Facebook


Iscriviti alla newsletter

newsletter

Gli ultimi articoli

Articoli correlati

Come viaggeremo post pandemia?

Lugano 09.04.2021
Quali possono essere i trend da osservare per il settore del turismo nella faticosa risalita post pandemia

I tessuti e molto altro diventano multimediali

02.04.2021
I QRCODE o la NFC consentono di trasferire dati senza contatto. Sono utili nei pagamenti ma anche in altri ambiti

Nuovo round di investimento da 600 milioni di dollari per Stripe

Lugano 26.03.2021
L’azienda fondata dai fratelli Collison oggi vale 95 miliardi di dollari

Cos'è la Zoom fatigue e quali sono i rimedi possibili

Lugano 16.03.2021
Secondo i ricercatori di Stanford le videochiamate per lavoro stanno producendo degli effetti collaterali faticosi su chi le utilizza

Ora la “Fantasia” entra in armasuisse

Lugano 02.03.2021
L’Opinionista: intervista a Quentin Ladetto, Direttore della ricerca

L'Eldorado di vini e bollicine è online

Lugano 25.02.2021
L' eCommerce nel settore del vino è sotto la lente. Da Uber che compra Drizly, a Vivino che raccoglie 155 milioni, a Campari che compra Tannico

I nostri Sponsor

Copyright 2021 - Website by SNDS - Modifica le preferenze per i cookies

Per offrirti una migliore esperienza questo sito utilizza cookie tecnici ed a fini statistici e di marketing.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più e modificare le tue preferenze consulta la nostra cookie policy.

Modifica Chiudi e accetta