100% Homeworking
Lugano 22.04.2021
Articolo di ated-ICT Ticino

L'edilizia alla sfida tecnologica

Si chiama BIM ed è la Modellizzazione delle Informazioni per la Costruzione, un metodo digitale che si sta affermando anche in Ticino

L'articolo è apparso a questo link sul blog di ated-ICT Ticino ospitato su TIO

 

Seppur gradualmente il Building Information Modeling, acronimo di BIM (ovvero: Informazioni relative alla modellazione del costruito), sta prendendo piede nel mondo delle costruzioni. Sempre di più progettisti, computisti, costruttori e operatori del settore dell'edilizia si stanno accorgendo dei vantaggi derivanti dall’utilizzo della nuova tecnologia. Tramite BIM tutti i dati rilevanti di una costruzione possono essere raccolti, combinati e collegati digitalmente, in modo tale che la costruzione virtuale possa essere visualizzabile come un modello geometrico tridimensionale. E questo spiega il suo utilizzo nel settore edile per la progettazione e nella costruzione, allargando lo sguardo anche all'architettura, ingegneria, impianti tecnici.

Trattandosi di un tema molto specifico e puntuale abbiamo raggiunto l’architetto Edoardo Accettulli Direttore Generale di Anafyo Sagl, per capire quali possono essere gli impatti che questa metodologia può avere nell’ambito dei bandi pubblici e soprattutto quali competenze e certificazioni devono avere i professionisti che seguono gli appalti e le fasi costruttive connesse.

 

Signor Accettulli, ci illustra quali sono gli aspetti più vantaggiosi del BIM e perché sempre più imprese pubbliche e private ne chiedono l’utilizzo in bandi e appalti?

Grazie all’introduzione della metodologia BIM, possiamo finalmente cominciare a parlare di digitalizzazione del settore delle costruzioni, il dato, digitale è l’elemento comune a tutto il processo, dalla cui precisione ed attendibilità dipendono tutte le analisi ed interrogazioni del “modello”. Crescendo la conoscenza della materia e le specifiche competenze in merito alla metodologia BIM aumentano gli ambiti di utilizzo e si prospettano sempre nuovi campi di applicazione. Appare chiaro ai più esperti come il BIM renda possibile uno sfruttamento dei molti dati disponibili, geometrici e dimensionali, in abbinamento alle relazioni fra gli elementi, per simulare, calcolare e anticipare possibili comportamenti del “modello” inteso in assoluto. Le potenzialità di queste analisi e la loro applicabilità a tutti i livelli del processo edilizio ne stanno favorendo la conoscenza e la diffusione, per ora principalmente sui grandi progetti, ma crediamo inevitabilmente a cascata, di qui a poco, su tutti i progetti indipendentemente dalle dimensioni. 

 

Quale soluzione proponete per la Svizzera con Anafyo in collaborazione con l’ente di certificazione internazionale APAVE?

APAVE, ente di certificazione internazionale con il supporto tecnico di Anafyo, hanno sviluppato un programma di certificazione per le quattro figure chiave del processo BIM definite e riconosciute a livello internazionale che consenta al professionista di lingua italiana di certificare le proprie competenze senza limiti territoriali. Le certificazioni BIM rilasciate da APAVE sono in conformità alla Uni 11337 Parte 7: Requisiti di conoscenza, abilità e competenza delle figure professionali coinvolte nella gestione e nella modellazione informativa. La certificazione valutata da un Organismo terzo e indipendente accreditato permette di documentare in modo oggettivo la propria competenza. In particolare, i profili professionali secondo norma UNI 11337-7 sono: 

  • Gestore dell’ambiente di condivisione dei dati (CDE Manager) 
  • Gestore dei processi digitalizzati (BIM Manager) 
  • Coordinatore dei flussi informativi (BIM Coordinator) 
  • Operatore avanzato della gestione e della modellazione informativa (BIM Specialist) 

In sintesi, l’Organismo di Certificazione, tramite la propria struttura tecnica, è tenuto ad effettuare l’analisi dei curricula per verificare la congruità delle informazioni riportate a fronte dei requisiti indicati nella domanda d’esame (informazioni inerenti il percorso professionale, di formazione, ecc.); inoltre devono essere verificati i documenti comprovanti le attività e i titoli indicati sul curriculum e richiesti, come allegati, dalla domanda di certificazione.  

Di cosa si occupa Anafyo e quali sono i clienti che utilizzano le vostre soluzioni?

Anafyo nasce come società di consulenza e partner tecnologico per lo sviluppo di modelli matematici parametrici di architetture complesse. In particolare, si occupa di gestione dei dati legati agli edifici in ambito rendicontazione e manutenzione, preparazione della documentazione contrattuale in merito alla organizzazione e gestione del processo. Anafyo svolge consulenza per l’architettura, l’ingegneria e le costruzioni relativamente all’implementazione della metodologia BIM, sviluppo, gestione e coordinamento di processi BIM oriented e modellazione di progetti in BIM. Affianca e supporta sia aziende pubbliche sia società private nella preparazione di bandi BIM. Coordina il team di lavoro nella preparazione del BEP per bandi BIM. Anafyo riunisce figure professionali con esperienze complementari maturate in aziende di consulenza, nello sviluppo di software, in studi di progettazione e d’ingegneria, in imprese di costruzione. Ha sviluppato e supportato progetti in Svizzera, Italia, US, UK, Africa, Medio Oriente, per conto di General Contractor, Gestori immobiliari, aziende manifatturiere e pubblica amministrazione, come UnipolSAI affiancata nella validazione dei modelli BIM della torre di Milano, progettata dall’arch. Mario Cucinella. Fra le 90 aziende coinvolte nella costruzione del più grande edificio BIM mai realizzato, 1,7km di diametro, California US.  Sviluppo del sistema informativo per la rendicontazione e manutenzione dell’Università della Basilicata. Studio del processo di implementazione della metodologia BIM per AIL Lugano. Affiancamento e formazione Afry nelle sedi svizzere di Rivera e Castione. 

 

 

***

Seguici su Facebook


Iscriviti alla newsletter

newsletter

Gli ultimi articoli

Articoli correlati

Stamparsi un'automobile in 3D

Lugano 18.03.2021
Diversi costruttori stanno testando il potenziale della "manifattura additiva" anche per le automobili

Un RISICO su misura per le aziende

Lugano 10.03.2021
Il progetto R.I.S.I.CO Interreg è stato ideato per migliorare i processi di innovazione e digitalizzazione nelle PMI

VR per identificare Maxi Emergenze

14.12.2020
MACACO ha sviluppato insieme a FCTSA un’esperienza di Training in Realtà Virtuale su misura

Il telelavoro diventa facile

06.07.2020
Il telelavoro con un sistema semplice ed affidabile senza stravolgere le abitudini.

Executive Forum 2019

21.12.2018
Una serie esclusiva di incontri sul tema A.I. & Business Evolution

ated lancia un nuovo strumento al servizio delle imprese ticinesi: il Digital Check UP

Lugano 26.02.2018
Intervista a Lorenzo Battaglini, AD di Centro Software

I nostri Sponsor

Copyright 2021 - Website by SNDS - Modifica le preferenze per i cookies

Per offrirti una migliore esperienza questo sito utilizza cookie tecnici ed a fini statistici e di marketing.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più e modificare le tue preferenze consulta la nostra cookie policy.

Modifica Chiudi e accetta