100% Homeworking
Lugano 01.02.2022
Articolo di ated-ICT Ticino

Le prossime 10 tendenze nel consumer retail

Un report per capire le prossime frontiere dei consumi di massa, dove le esperienze virtuali saranno la normalità

I 10 trend dei consumi

Un report per capire le prossime frontiere dei consumi di massa, dove le esperienze virtuali saranno la normalità

 

Articolo apparso sul blog di ated-ICT Ticino ospitato su TIO

 

Un classico esercizio che viene prodotto da aziende e società di consulenza ogni inizio d’anno è stilare un rapporto sulle tendenze o trend che ci attendono per il prossimo futuro. Nelle scorse settimane è uscita l’undicesima edizione del rapporto Ericsson ConsumerLab sui "10 Hot Consumer Trends". In linea con i rapporti precedenti, questa specifica e interessante analisi esamina le opinioni e previsioni di milioni di utenti di qui al 2030 sulle esperienze di acquisto ibride. Ovvero acquisti svolti in un centro commerciale immaginario, battezzato Everyspace Plaza.


Ai consumatori è stato chiesto di valutare 15 centri commerciali ibridi, dove l’esperienza di consumo fisico viene estesa grazie alla tecnologia digitale. Quasi quattro intervistati su cinque credono che tutti e 15 i concept saranno disponibili in qualche modo entro il 2030. Queste strutture “bricks-and-portal” saranno abilitate da tecnologie come la realtà virtuale (VR), la realtà aumentata (AR) e i tessuti programmabili.

 

 

E i 10 trend di consumo più caldi per il 2030 da Everyspace Plaza sono i seguenti e in moltissima parte ci proiettano in dimensioni virtuali e nel metaverso, come è in “nostro” Swiss Virtual Expo:

  • L'Arena all-now: Quasi otto consumatori su dieci stanno prendendo in considerazione luoghi in cui la tecnologia olografica consentirà agli artisti di esibirsi digitalmente come se fossero lì di persona; 
  • Il salone di bellezza immersivo: il 70% dei consumatori intervistati si aspetta che i centri commerciali ospitino saloni di bellezza che utilizzano la tecnologia di modellazione volumetrica per migliorare digitalmente il proprio aspetto;
  • Il meta sarto: Fast fashion su misura per sè e per il proprio avatar. Più di sette utenti AR/VR su dieci si aspettano che un sarto sia nel centro commerciale, utilizzando tessuti che possono trasformarsi per diventare impermeabili o fornire ventilazione quando necessario;
  • La piscina ovunque: Molti immaginano l'esplorazione di mondi impossibili. Due terzi dei consumatori credono che ci saranno piscine in cui è possibile utilizzare un visore VR con ossigeno per scoprire lo spazio a gravità zero; 
  • La palestra ibrida: Per molti, vigore fisico e salute mentale sono indissolubilmente legati. Il 70% dei consumatori si aspetta che i centri fitness con impostazioni AR/VR multisensoriali e su misura per la personalità aiutino a migliorare la salute mentale; 
  • Print-a-Wish: La riparazione e la produzione su richiesta sono il futuro. Più della metà dei consumatori desidera effettuare acquisti sostenibili in un outlet che ricicla i vecchi prodotti; 
  • Il ristorante nel cuore dell'universo: La compagnia virtuale, senza distrazioni, è preferibile per molti. La metà dei consumatori vuole andare al ristorante per mangiare virtualmente con gli amici in altri ristoranti in tutto il mondo; 
  • Il negozio infinito: Tre quarti dei consumatori si aspettano di poter proiettare la propria casa all'interno del negozio quando provano nuovi prodotti; 
  • Il centro medico multisala: Siamo abituati ad avere tutto istantaneamente. Perché aspettare quando si tratta di salute? Il 70% dei consumatori prevede che ci saranno i Multiplex Medical Center nei centri commerciali, con scanner sanitari di intelligenza artificiale che forniscono aggiornamenti sullo stato di salute quasi istantanei; 
  • Il Parco Natura+: Per coloro che sono bloccati nelle città, la natura potrebbe essere ciò che manca. Il 42% dei consumatori desidera visitare un parco in un centro commerciale dove può sentirsi più vicino alla natura attraverso materiali digitali e programmabili che offrono esperienze ibride.

***

 

ated-ICT Ticino 

ated - ICT Ticino è un’associazione indipendente, fondata e attiva nel Canton Ticino dal 1971, aperta a tutte le persone, aziende e organizzazioni interessate alle tecnologie e alla trasformazione digitale. 

Dal suo esordio, ated - ICT Ticino ha organizzato oltre 1.500 manifestazioni e promosso innumerevoli conferenze, giornate di studio, visite e viaggi tematici, workshop e corsi. ated - ICT Ticino collabora con le principali istituzioni pubbliche e private, enti e aziende di riferimento, nonché altre associazioni vicine al settore tecnologico e all'innovazione. Grazie alla costante crescita qualitativa dell'attività svolta sul territorio, ated – ICT Ticino è riconosciuta come un'associazione di riferimento nell'ambito economico, politico ed istituzionale del cantone, in grado di favorire il dibattito tra aziende e professionisti e capace di coinvolgere le giovani generazioni, grazie ai percorsi promossi dal programma ated4kids.

 

Per ulteriori informazioni

media@ated.ch

ated - ICT Ticino

 

Seguici su Facebook


Iscriviti alla newsletter

newsletter

Gli ultimi articoli

Articoli correlati

Parliamo di QR Bill

Lugano 27.06.2022
La QR-Fattura diventa obbligatoria a partire da ottobre 2022. Un’innovazione, che darà una spinta al cambiamento e alla digitalizzazione dei pagamenti in Svizzera

Il Pharma tra tecnologia e innovazione

Lugano 13.06.2022
Il caso di Helvetic BioPharma fondata nel 2017 in Ticino, i primi farmaci saranno sul mercato entro il 2023.

Cristina Giotto nuovo Presidente di ated-ICT Ticino

Lugano 08.06.2022
Luca Mauriello diventa Vice Presidente. Altri nuovi ingressi nel Comitato: Marziale Brusini, Milena Folletti, Silvia Rovati e Tiziano Leidi.

Swiss Virtual Expo conquista Milano

Lugano 27.05.2022
“House of Switzerland” ha ospitato presso la Casa degli Artisti di Milano il primo metaverso elvetico.

AWS nuova regione Zurigo in arrivo

Lugano 13.05.2022
Amazon Web Services (AWS) può semplificare e rendere più sicure le attività per le imprese che intraprendono una loro evoluzione digitale.

La Cina ha bloccato l’accreditamento di Wikimedia Svizzera

Lugano 10.05.2022
La Cina impedisce l’accesso all’agenzia delle Nazioni Unite WIPO per Wikimedia Svizzera e altri capitoli nazionali

I nostri Sponsor

Copyright 2022 - Made by ORGANICA - Modifica le preferenze per i cookies

Per offrirti una migliore esperienza questo sito utilizza cookie tecnici ed a fini statistici e di marketing.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più e modificare le tue preferenze consulta la nostra cookie policy.

Modifica Chiudi e accetta