100% Homeworking
Lugano 19.07.2021
Articolo di ated-ICT Ticino

Tecnologia e falsi miti

Ci sono alcuni luoghi comuni della tecnologia che è opportuno sfatare

Articolo apparso sul blog di ated-ICT Ticino sul TIO a questo link

Sono molti i luoghi comuni della tecnologia da sfatare. Per esempio, che il Mac non prende virus e che il vinile e superiore al CD o all’Mp3…  Ecco un breve elenco ragionato di alcuni abbagli tech che imperversano e che ci confondono le idee.

Anche il mondo della tecnologia, come ogni ambito umano, ha nel tempo sviluppato alcuni luoghi comuni. Spesso sono delle vere e proprie fake news, ovvero notizie false e prive di fondamento, ma con il tempo si sono fissate nella memoria collettiva e in molti pensiamo che questi falsi miti siano veri e reali.  A stilarne un elenco piuttosto corposo, evidenziando ben 10 abbagli tecnologici, è stata Fjona Cakalli, esperta di innovazione e alla guida di techprincess, un sito per scoprire, capire ma soprattutto utilizzare la tecnologia applicata alla vita quotidiana. 

L’abbiamo incontrata e le abbiamo chiesto di raccontarci quali sono a suo modo di vedere i falsi miti più resistenti nel mondo dell’innovazione. «Bisogna per prima cosa dire che alcuni luoghi comuni sono solidi, diffusissimi e duri a morire. Esercitano un certo fascino soprattutto su chi ha meno dimestichezza con il tech e tende ad affidarsi a ciò che si dice in giro, nella convinzione che più una notizia ha circolato, più ha la patente dell’autenticità. Alcuni di questi luoghi comuni sulla tecnologia partono da un dato veritiero, altri sono palesemente falsi». 

 

Fjona proviamo a elencarne qualcuno?

«Sicuramente uno dei più resistenti è quello relativo al fatto che i computer della Apple, i Mac, non prendano virus. È uno dei più celebri luoghi comuni sulla tecnologia. Che testimonia il fascino dell’azienda di Cupertino sull’immaginario di noi tutti. Certo, se il software viene aggiornato costantemente, grazie alle impostazioni di sicurezza integrate nel sistema, è difficile infettare il proprio Mac. Difficile, ma non impossibile! Anche perché, in effetti circolano meno virus per iOS: chi crea virus è di solito un grande narcisista, e si garantisce molta più visibilità attaccando i sistemi Windows e Android. Un altro falso mito riguarda l’altra faccia della medaglia: se Mac è infallibile, Windows è una frana e si impalla sempre. Ma non è corretto! Il fatto è che, essendo Windows un sistema aperto, vi si possono installare programmi e driver non sempre stabili e certificati. Quindi, se un programma va in crash, spesso è colpa del programma stesso. O, diciamolo pure, di chi lo ha installato senza avere sufficienti garanzie».

 

Altri luoghi comuni falsi riguardano il mondo della fotografia e dell’audio digitale, vero?

«Esatto! Molti pensano che più megapixel ci sono nella fotocamera del cellulare, più si hanno belle foto. Ma non è esattamente così. Su una fotocamera compatta o uno smartphone, a parità di dimensione del sensore, un maggior numero di pixel significa ovviamente pixel più piccoli. Quindi, con minore capacità di catturare luce e maggiore propensione a generare il cosiddetto rumore. Inoltre, ormai si stampa poco e si adoperano soprattutto monitor o televisori per vedere le immagini. Perciò, 8 megapixel sono più che sufficienti per visualizzare una foto su uno schermo 4K. E anche sotto il profilo della resa audio circolano delle sonore bufale, per esempio che una traccia audio nel formato Mp3 si senta come un CD. Ma l’Mp3 è un formato audio compresso, che ha inevitabilmente una resa inferiore a quella del CD. Al capo opposto stanno gli inguaribili romantici, i quali sostengono che nessuna delle diavolerie tech moderne può eguagliare il suono caldo e soffice del vinile. Una leggenda metropolitana anche questa! Infatti, è stata da più parti smentita la presunta superiorità del caro, vecchio disco».

 

Infine, sentiamo spesso dire che la tecnologia ci disumanizza forse anche sulla scorta di film di fantascienza, che spesso terrorizzano un po’ sul futuro iper digitale che ci attende. Fjona, tu che sei immersa in questo scenario tech cosa ne pensi?

«Devo dire che tra tutti i luoghi comuni sulla tecnologia, questo è il più ingenuo e forse anche il più delicato da smontare. La frase viene immancabilmente ripetuta all’indomani di ogni invenzione che cambia il mondo e, soprattutto, il nostro modo routinario di fare le cose. Questo perché spesso le persone oppongono una certa resistenza al cambiamento e poi perché le grandi svolte e innovazioni spaventano.

È vero, gli ultimi approdi della tecnologia sono allo stesso tempo pieni di fascino e di rischio. Ma bisogna essere onesti e trasparenti con noi stessi: non c’è niente di completamente angelico o demoniaco anche nell’invenzione più spinta. Dipende sempre dall’uso che se ne fa».

 

***

CHI È ated – ICT Ticino

ated - ICT Ticino è un’associazione indipendente, fondata e attiva nel Canton Ticino dal 1971, aperta a tutte le persone, aziende e organizzazioni interessate alle tecnologie e alla trasformazione digitale. Dal suo esordio, ated - ICT Ticino organizza manifestazioni e promuove innumerevoli conferenze, giornate di studio, visite e viaggi tematici, workshop e corsi. ated - ICT Ticino collabora con le principali istituzioni pubbliche e private, enti e aziende di riferimento, nonché altre associazioni vicine al settore tecnologico e all’innovazione. Grazie alla costante crescita qualitativa dell’attività svolta sul territorio, ated – ICT Ticino si propone come l’associazione di riferimento nell’ambito economico, politico ed istituzionale del cantone, in grado di favorire il dibattito tra aziende e professionisti e capace di coinvolgere le giovani generazioni, grazie ai percorsi promossi dal programma ated4kids e da tutte le sue altre iniziative.

 

Per ulteriori informazioni

ated – ICT Ticino

Email: media@ated.ch

 

 

Seguici su Facebook


Iscriviti alla newsletter

newsletter

Gli ultimi articoli

Articoli correlati

Professione: Digital Collaboration Specialist

Lugano 21.06.2022
Al via in Ticino il corso per prepararsi all’esame federale di "Digital Collaboration Specialist” promosso da ated-ICT Ticino e Formati Academy

Un social per agevolare i rapporti umani

Lugano 06.04.2022
Quando abbiamo smesso di incontrare nuove persone? Con il social ABLO possiamo ricominciare!

Spotify sceglie Stripe per aiutare i content creator

Lugano 10.02.2022
Nuove opportunità di guadagno per chi crea contenuti di un'economia che già vale 10 miliardi di dollari

The Athletic è stato comprato dal New York Times

Lugano 04.02.2022
Il sito di notizie sportive migliore del mondo è stato comprato dal New York Times per 500 milioni di dollari.

Rebranding: di cosa si tratta, come si fa e perché farlo

Lugano 25.10.2021
Parliamo di una sStrategia di marketing volta a rinnovare l‘immagine di un'azienda o di un prodotto.

Un unicorno di nome Canva

Lugano 05.10.2021
La piattaforma è usata da chi realizza presentazioni, brochure e volantini. Ha raccolto 200 milioni e vira verso la produzione di video e interazioni dal vivo

I nostri Sponsor

Copyright 2022 - Made by ORGANICA - Modifica le preferenze per i cookies

Per offrirti una migliore esperienza questo sito utilizza cookie tecnici ed a fini statistici e di marketing.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più e modificare le tue preferenze consulta la nostra cookie policy.

Modifica Chiudi e accetta